Navigation

I NoTav del Lugana

Oppositori alla linea ad alta velocità anche nell'est

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 maggio 2015 - 21:26

La linea ad Alta velocità Torino-Venezia non trova oppositori soltanto in Val di Susa.

La Tav attraverserà anche i vigneti del Lugana, in cui si produce un vino a denominazione controllata prodotto fra Brescia e Verona, cancellandone inevitabilmente decine di ettari.

Contro la realizzazione della nuova linea ferroviaria si sono uniti viticoltori e agricoltori della zona, per chiedere a Roma di riesaminare il progetto: un comitato No Tav che senza ricorrere alla violenza si batte per la salvaguardia del territorio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.