Navigation

Hillary Clinton è già nella storia

Con 2'842 preferenze è la prima donna ad essere ufficialmente candidata alla Casa Bianca. Parata di stelle per la sua nomina.

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 luglio 2016 - 13:13

È ufficiale: Hillary Clinton, 68 anni, è candidata tra le file dei democratici alla presidenza degli Stati Uniti. L'ex segretario di stato è la prima donna a ricevere la nomination per la corsa alla Casa Bianca. La conquista definitiva è arrivata nella notte tra martedì e mercoledì con il raggiungimento della fatidica soglia dei 2'382 voti, nel corso della conta dei delegati riuniti nella convention di Filadelfia.

L'ex first lady ha totalizzato 2'842 voti, 977 più di Bernie Sanders, e accetterà formalmente la nomina giovedì notte alla chiusura della convention democratica, per poi tornare a dedicarsi alla campagna, sperando di battere - l'8 novembre - il repubblicano Donald Trump.

Un segnale chiaro della ritrovata unità del partito l'ha dato proprio Bernie Sanders: quando il suo Stato, il Vermont, è stato chiamato a esprimersi ha chiesto di interrompere le votazioni e di sospendere le regole per "nominare Hillary per acclamazione". Otto anni fa era stata la Clinton a prendere il microfono e a schierarsi con Barack Obama, suo avversario nelle primarie.

Nel frattempo la CIA sospetta che dietro al furto di email e di documenti dai computer del comitato nazionale democratico ci sia il Governo russo. Barack Obama, dal canto suo ha dichiarato di non escludere che Mosca possa tentare di influenzare le elezioni dell'8 novembre.

"Sono così orgoglioso di te", ha dichiarato invece l'ex presidente Bill Clinton, intervenuto alla convention facendo un ritratto più personale che politico della moglie.

RSI/NEWSLink esterno/TG

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.