Navigation

Google rompe con Huawei

La multinazionale statunitense ha annunciato che sospenderà la collaborazione con il gigante tecnologico cinese.

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 maggio 2019 - 21:06
tvsvizzera.it/mar con RSI (TG del 20.5.2019)
Contenuto esterno


Le conseguenze del decreto emanato settimana scorsa dall'amministrazione Trump, che vieta alle aziende americane di rifornirsi da società straniere ritenute a rischio, non si sono fatte attendere: domenica, infatti, Google ha iniziato a sospendere le sue relazioni con Huawei e lo stesso hanno fatto altre aziende produttrici di microchip, da Intel a Qualcomm, che hanno congelato le forniture.

Le implicazioni per chi possiede uno smartphone o altri apparecchi Huawei non sono ancora del tutto chiare. Tuttavia, non sarà verosimilmente più possibile accedere agli aggiornamenti del sistema operativo di Google, Android, nonché di altri popolarissimi servizi, come Google Play Store, Gmail o YouTube.

Stando a quanto riportato dalla Reuters, che cita una fonte vicina al dossier, gli utilizzatori degli smartphone Huawei potranno continuare ad utilizzare solo la versione pubblica (open source) di Android.

La Cina non è naturalmente rimasta a guardare e ha annunciato, per bocca del portavoce del Ministero degli esteri, di "sostenere" le società che vorranno ricorrere "ad armi legali a difesa dei loro diritti legittimi".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.