Navigation

Grecia, Atene dice sì all'accordo Ue-Turchia

A due giorni dall'entrata in vigore, sono ancora molte le apprensioni delle organizzazioni umanitarie

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 aprile 2016 - 15:16

Il Parlamento greco ha modificato venerdì la legislazione in materia di asilo. Questo consentirà l'entrata in vigore lunedì prossimo dell'accordo concluso tra l'Unione europea ed Ankara sul rimpatrio dei migranti in Turchia. Il testo è stato approvato da 169 dei 300 membri del Parlamento.

La legge, redatta in 100 pagine e comprensiva di 87 articoli, è stata adottata con una procedura d'urgenza a soli tre giorni dal piano di rientro dei migranti.

Prima della votazione, il ministro delle politiche migratorie greco, Yiannis Mouzalas, aveva cercato di rassicurare i deputati di Syriza, il partito del primo ministro Alexis Tsipras, sui rischi di una possibile violazione dei diritti dei migranti. "Vi assicuro, ha detto, e penso di rassicurare e sollevare tutti nel mondo, che rispetteremo scrupolosamente le procedure in materia di diritti umani secondo il diritto internazionale e la Convenzione di Ginevra".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.