Navigation

Grecia, ancora in trattativa con i creditori

Varoufakis critica la Svizzera per la poca collaborazione in merito al rientro dei capitali greci non dichiarati

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 giugno 2015 - 14:45

Dopo una nuova notte di disaccordo a Bruxelles, è partito giovedì mattina all'alba il nuovo round di trattative tra Grecia e creditori. Lo scopo è riuscire a trovare un accordo di massima da presentare all'Eurogruppo. L'incontro è ripreso alle 13 di oggi.

Una delle misure per cercare di uscire dalla crisi sulle quali insiste il ministro delle finanze greco Yanis Varoufakis, è far tornare in Grecia i capitali nascosti nei conti bancari svizzeri. In un'intervista ai colleghi di SRF, Varoufakis accusa Berna di collaborare poco per far rientrare i fondi neri.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.