Navigation

Grecia, accordo vicino

E' il giorno decisivo per Atene. Il suo destino si sta giocando a Bruxelles, dove tutti gli occhi sono puntati sull'Eurogruppo e sull'Eurosummit

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 giugno 2015 - 12:47

Le proposte del premier greco Tsipras al presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker, sono giudicate positive dai creditori, e intanto sempre stamattina la BCE ha deciso di aumentare la liquidità per le banche greche.

Al momento dunque il passo di questa giornata cruciale sembra dunque essere scandito da segnali positivi. In ballo, lo ricordiamo, ci sarebbe l'ipotesi che la Grecia abbandoni l'euro.

I pareri sulle conseguenze dell'uscita della Grecia dall'Eurozona non fanno l'unanimità. Anche il mondo accademico svizzero che si occupa di questioni europee è diviso: secondo alcuni un' eventuale "Grexit" sarebbe ancora più costosa per l'Unione europea, mentre per altri sarebbe una mossa necessaria per stabilizzare l'Euro nel lungo termine.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.