Navigation

Gran Bretagna, via ai raid aerei in Siria contro Isis

Obiettivi della prima serie di attacchi alcuni pozzi petroliferi di Al-Omar ad est del Paese

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 dicembre 2015 - 13:26

Dopo il dibattito di mercoledì al Parlamento a Londra, che ha dato al Primo Ministro David Cameron l'autorizzazione a poter intervenire militarmente, sono iniziati proprio nella notte tra mercoledì e giovedì i primi raid aerei contro l'ISIS.

Nello specifico, un'ora dopo il via libera del Parlamento, quattro Tornando dell'aviazione britannica sono decollati dalla base militare di Cipro in direzione della Siria. Obiettivi della prima serie di attacchi alcuni pozzi petroliferi di Al-Omar, ad est del Paese.

Venerdì sarà il turno del parlamento tedesco a cui toccherà decidere se fare da spalla e affiancare Londra nella lotta al califfato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.