Navigation

Bayer condannata a pagare oltre 2 miliardi

Alla borsa di Francoforte, il titolo del colosso chimico è ai minimi da sette anni. Keystone / Kirsten Neumann

Il colosso chimico Bayer incassa la terza sconfitta giudiziaria consecutiva negli Stati Uniti per il diserbante Roundup. Una giuria di Oakland, in California, ha stabilito lunedì che l'azienda tedesca dovrà pagare 2,055 miliardi di dollari a una coppia che ha usato il prodotto per oltre 30 anni e ha contratto il cancro.

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 maggio 2019 - 13:35
tvsvizzera.it/ATS/ri con RSI (TG del 14.05.2019)

Il diserbante, secondo i giurati, ha rappresentato un "fattore significativo" nell'insorgere e nello sviluppo della malattia dei coniugi Alva e Alberta Pilliod.

Dei 2,055 miliardi di dollari della sentenza, un miliardo è di danni punitivi (risarcimento ulteriore rispetto alla stretta compensazione del danno). Una cifra elevata che, secondo alcuni osservatori, potrebbe spingere Bayer a patteggiare globalmente le innumerevoli cause sul Roundup.

Appello in tutti i casi

Il verdetto segue altre due recenti sconfitte in tribunale, nelle quali altre due giurie hanno condannato Bayer a pagare in tutto 159 milioni di dollari. Condanne che hanno scatenato la rivolta degli azionisti per l'acquisizione di Monsanto, il colosso statunitense che ha esposto l'azienda tedesca alle cause su Roundup.

La multinazionale si è impegnata a presentare appello in tutti e tre i casi. La decisione della giuria, indica una notaLink esterno in relazione al'ultimo verdetto, "è in conflitto diretto con le decisioni dell'Agenzia per la protezione ambientale e il consenso della autorità sanitarie globali, secondo le quali i prodotti a base di glifosato possono essere usati in modo sicuro e non sono cancerogeni".

Contenuto esterno

Alla borsa di Francoforte, martedì, il titolo di Bayer è arrivato a perdere fino al 7,4% in avvio di seduta ed è ai minimi da sette anni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.