Navigation

Gli USA hanno spiato tre presidenti, Francia sdegnata

Le rivelazioni dovute a Wikileaks mettono i crisi i rapporti tra due alleati storici

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 giugno 2015 - 13:19

La Francia non tollererà azioni che mettano a rischio la sua sicurezza. Questo il secco comunicato dell'Eliseo al termine della riunione d'urgenza convocata dopo le rivelazioni sulle azioni di spionaggio statunitense nei confronti degli ultimi 3 presidenti francesi.

Una vicenda che sta sollevando un polverone e che è stata portata alla luce grazie ai documenti di Wikileaks.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.