Navigation

Giorgio Napolitano in visita in Svizzera

Keystone

Il presidente italiano inizia oggi una due giorni elvetica che lo vedrà arrivare domani anche a Lugano

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 maggio 2014 - 20:50

Napolitano, insieme alla Minisitra degli affari esteri, Federica Mogherini, è in Svizzera per una visita di stato di due giorni. Oggi sarà ricevuto dal Consiglio federale in corpore con gli onori militari sulla Piazza della cattedrale di Berna (nella foto, Napolitano ricevuto all'aeroporto di Berna-Belp dal presidente della Confederazione Didier Burkhalter).

I colloqui ufficiali riguarderanno essenzialmente le relazioni bilaterali, in particolare la cooperazione economica e fiscale, e varie questioni di attualità internazionale. Saranno inoltre discusse le possibilità di collaborazione con l'Italia, che assumerà la presidenza dell'UE nel secondo semestre del 2014.Per la Svizzera, i colloqui ufficiali saranno condotti da Didier Burkhalter, insieme ai consiglieri federali Doris Leuthard, Eveline Widmer-Schlumpf e Johann Schneider-Ammann. La prima giornata della visita di Stato si concluderà con una cena di gala.

Napolitano a Lugano

Domani, 21 maggio, Didier Burkhalter e Giorgio Napolitano, accompagnati dalle rispettive delegazioni, si recheranno a Lugano, dove saranno ricevuti dal Consiglio di Stato del Cantone Ticino e parteciperanno alla conferenza «Il valore dell'intreccio culturale tra Svizzera e Italia» all'Università della Svizzera italiana (USI).

L'evento sarà trasmesso in live streaming sul nostro sito.

Italia terzo partner commerciale della Svizzera

L'ultima visita di un presidente italiano in Svizzera risale al maggio 2003, con Carlo Azeglio Ciampi. L'Italia è il terzo partner commerciale della Svizzera in ordine di importanza dopo la Germania e gli Stati Uniti, e la sua bilancia commerciale presenta regolarmente un'eccedenza (3.8 miliardi di franchi nel 2012). Con investimenti diretti per 25 miliardi di franchi, la Svizzera, nono paese investitore in ordine di importanza, ha creato oltre 78 mila posti di lavoro in Italia nel 2011. Nello stesso anno, l'Italia ha investito 4.2 miliardi occupando 13 mila persone in Svizzera.

Comunità italiana importante

Sul territorio elvetico vivono circa mezzo milione di italiani. Secondo l'Ufficio federale di statistica, inoltre, nel 2013 un quarto dei 278'500 frontalieri che lavorano in Svizzera provenivano dall'Italia.

red/ats

Napolitano a Berna

tvsvizzera
keystone

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.