Navigation

Armin Laschet nuovo presidente della CDU

Cattolico, guida dal 2017 il Nordreno-Vestfalia ed è stato uno dei sostenitori della linea di accoglienza ai migranti di Angela Merkel. Keystone / Michael Kappeler

In Germania, Armin Laschet è stato eletto sabato nuovo presidente dell'Unione cristiana democratica (CDU), il partito della cancelliera tedesca Angela Merkel. Al Congresso, che si è tenuto in forma digitale, il 59enne primo ministro del popoloso land occidentale del Nordreno-Vestfalia ha sconfitto al ballottaggio il facoltoso avvocato d'affari Friedrich Merz, 65 anni, esponente dell'ala destra del partito.

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 gennaio 2021 - 14:00

Al primo turno era invece stato eliminato in mattinata il terzo candidato, ovvero il 55enne presidente della Commissione esteri del Bundestag, Norbert Roettgen. All'elezione hanno votato a distanza 991 delegati della CDU (4 si sono astenuti).

Cattolico, nato ad Acquisgrana, Laschet è membro della CDU dal 1979. Nel partito ja ricoperto diversi incarichi. Dal giugno 2017 guida il land considerato il cuore industriale della Germania. È stato uno dei sostenitori della linea di accoglienza ai migranti della Merkel.

End of insertion

Il Congresso digitale è stato organizzato in vista delle elezioni politiche di settembre, ma non è ancora chiaro se sarà Laschet a candidarsi alla Cancelleria per conto della CDU e dell'alleato bavarese CSU. Per ora, guiderà il partito al posto di Annegret Kramp-Karrenbauer, inizialmente scelta per succedere alla Merkel ma costretta a gettare la spugna dopo un acceso dibattito interno al partito, in relazione all'elezione -nel 2020- di Thomas Kemmerich a Ministro presidente della Turingia con l'appoggio dell'estrema destra dell'Alternative für Deutschland (AfD).

Venerdì, la cancelliera Merkel aveva espresso il suo sostegno indiretto a Laschet, auspicando che vincesse un "team". Sabato, il candidato e il ministro della sanità Jens Spahn -che ha rivolto un messaggio al Parteitag virtuale- hanno sottolineato di essere "il team" di questa importante elezione.

"Possiamo vincere solo se rimaniamo al centro", ha poi dichiarato Laschet nel suo discorso di presentazione. "Dobbiamo parlare con chiarezza, ma senza creare polarizzazioni", ha aggiunto.

Contenuto esterno

Nel servizio RSI, i punti salienti del discorso del neo-presidente.

Laschet assume la guida del partito di governo che si appresta ad affrontare senza Angela Merkel, uno dei leader più influenti in Occidente, un futuro nelle difficili circostanze della pandemia. La cancelliera lascerà la politica entro la fine dell'anno.

Contenuto esterno

Quali sono le reali chance di Armin Laschet di diventare cancelliere? L'analisi del corrispondente RSI da Berlino.

Contenuto esterno

tvsvizzera.it/ATS/ri con RSI (TG del 16.01.2021)

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.