Navigation

Fu un missile russo ad abbattere l'aereo malese

Il team investigativo non ha dubb: il 17 luglio 2014 l’aereo della Malaysia Airlines fu abbattuto da un missile BUK lanciato da un territorio ucraino in mano ai separatisti

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 settembre 2016 - 20:34

È giunto dalla Russia ed è stato sparato da un territorio ucraino in mano ai separatisti il missile che nel luglio di due anni fa distrusse in volo l'aereo della Malaysia Airlines. Lo dice l'inchiesta internazionale guidata dai Paesi Bassi. Indagine che Mosca ha però già bollato come falsata e motivata politicamente.

Il team di investigatori - provenienti da Paesi Bassi, Australia, Belgio, Malaysia e Ucraina - si è basato anche su intercettazioni telefoniche, foto e testimonianze.

"Non abbiamo dubbi sulla correttezza delle nostre conclusioni. Il 17 luglio 2014 l'aereo della Malaysia Airlines fu abbattuto da un missile BUK lanciato da un campo di Pervomaysk, nell'est dell'Ucraina. Il veicolo lanciarazzi giunse dalla Russia, a pochi chilometri di distanza, e in territorio russo tornò dopo aver sparato il missile". Così il capo della polizia investigativa olandese.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.