Navigation

Fine dell'incubo per Meriam

La cristiana sudanese condannata per apostasia è giunta a Roma

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 luglio 2014 - 20:58

È finito il calvario per Meriam, la giovane mamma sudanese condannata a morte per apostasia per essersi convertita al cristianesimo dopo il matrimonio con uno statunitense. Giovedì mattina è giunta a Roma, dove ha incontrato il premier Renzi e Papa Francesco, con un volo messo a disposizione dal governo italiano.

Il servizio del Telegiornale

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.