Navigation

Fermato a Parigi jihadista quindicenne

Secondo gli inquirenti si apprestava a compiere un attentato. È il secondo presunto terrorista minorenne finito in manette in pochi giorni

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 settembre 2016 - 21:13

Un quindicenne è stato arrestato all'alba a Parigi poiché sospettato di preparare un attentato su suolo francese. Il ragazzo era in contatto attraverso i social media con Rachid Kassim, il jihadista transalpino residente in Siria che secondo gli inquirenti è il mandante di operazioni terroristiche in Europa.

Quello di oggi è il secondo fermo in pochi giorni di un adolescente collegato con lo Stato Islamico e disposto a passare all'azione. Mentre dalla scoperta mercoledì scorso di un'auto imbottita di bombole di gas vicino a Nôtre Dame sono sei – tre uomini e tre donne - i jihadisti finiti in manette poiché sospettati di progettare un attentato alla Gare di Lyon.

Dall'inizio dell'anno sono 293, di cui una trentina minorenni, le persone arrestate in Francia per la loro appartenenza ad ambienti terroristici.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.