Navigation

Facebook al centro delle polemiche per una foto censurata

Il social network ha cancellato l'account di uno scrittore norvegese che ha pubblicato la foto di Kim Phuc, la bimba bruciata dal napalm nella guerra del Vietnam. Una polemica che riapre il tema della censura in rete

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 settembre 2016 - 14:47

Tutto è iniziato con un post di uno scrittore norvegese, Tom Egeland. Un messaggio pubblicato su Facebook con il quale l'autore voleva aprire una discussione sulle foto che hanno cambiato la storia della guerra. Fra queste quella di Kim Phuc, la bambina bruciata dal napalm nel conflitto in Vietnam, un'immagine simbolo degli orrori della guerra.

La fotografia ha avuto un effetto inaspettato. La sospensione dell'account dello scrittore per aver pubblicato... un'immagine pedopornografica.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.