Navigation

Ex soldato eroe del campus in Oregon

La storia dello studente 30enne che ha bloccato il killer suprematista nell'istituto universitario di Roseburg

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 ottobre 2015 - 16:54

Ha un risvolto eroico l'ennesima strage perpetrata dal solito folle ottenebrato da pseudo teorie suprematiste bianche in un campus statunitense. Uno studente di 30 anni si è infatti distinto per aver fatto scudo con il proprio corpo ai proiettili sparati dal killer di Roseburg, in Oregon. L'ex soldato Chris Mintz ha cercato di bloccare la porta per impedire l'ingresso nell'aula del college del 26enne Chris Harper, successivamente freddato dagli agenti, beccandosi almeno tre pallottole. Ma è comunque sopravvissuto alla furia omicida del 26enne.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.