Navigation

Al via il voto per corrispondenza negli Stati Uniti

Complice la pandemia, i cittadini che intendono votare per posta si sono moltiplicati un po' ovunque. Copyright 2020 The Associated Press. All Rights Reserved

L'invio delle prime 643'000 schede richieste a casa da altrettanti elettori del North Carolina ha messo in moto venerdì la macchina delle presidenziali statunitensi.

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 settembre 2020 - 18:20

Il North Carolina è uno degli Stati in bilico come altri, fra cui la Pennsylvania, che inizieranno le operazioni entro fine settembre e quindi ancor prima del primo dibattito fra i due candidati Donald Trump e Joe Biden, fissato per il 29.

Complice la pandemia, i cittadini che intendono votare per posta si sono moltiplicati un po' ovunque. In North Carolina sono 16 volte di più rispetto a quattro anni fa nello stesso periodo. Il tema divide il paese e, con le note difficoltà del servizio postale che secondo i Democratici sono state alimentate ad arte da Trump per frenare una tendenza che gli è sfavorevole, diversi esperti sono pronti a scommettere che laddove l'esito sarà tirato non si arriverà a un risultato certo il 3 novembre e che quindi si potrebbe dover attendere giorni se non settimane per conoscere il prossimo inquilino della Casa Bianca.

Nel 2016 solo un elettore su quattro nell'insieme del paese non era andato di persona al seggio, questa volta potrebbero essere la maggioranza. La Florida ha già ricevuto 4,27 milioni di richieste a fronte di 3,34 allora. Il Grand old party tradizionalmente qui dominava nel voto per posta, ma stavolta il 47,5% delle richieste arriva da democratici e solo il 32% da repubblicani.

In North Carolina sono 337'000 contro 103'000 (il resto da indipendenti). Trump, che teme la tendenza e denuncia il rischio di frodi, vi ha esortato i suoi sostenitori a votare due volte, una di persona e una no, per mettere alla prova il sistema. Farlo sarebbe ovviamente illegale.

Sono 100'000 in più che in occasione delle scorse elezioni anche le richieste di voto per corrispondenza inoltrate finora nel Wisconsin, lo Stato dove negli ultimi giorni si è concentrata la campagna.

Sul voto per corrispondenza vi sono però dei problemi seri: Le schede potrebbero non arrivare in tempo per il conteggio. Ecco un servizio del Telegiornale:

Contenuto esterno


tvsvizzera.It/fra con RSI


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.