Elezioni presidenziali Stati Uniti tra vincitori, vinti e riconteggio dei voti

Joe BIden fotografato nella notte del 3 novembre con il pugno alzato in segno di vittoria.
Keystone / Kevin Dietsch / Pool

Joe Biden sarà il nuovo presidenze degli Stati Uniti d'America. Così almeno secondo il suo staff. Entro la fine della giornata negli Stati Uniti, questa la stima della sua manager di campagna Jen O'Malley Dillon, il candidato democratico dovrebbe disporre dei 270 grandi elettori necessari per diventare presidente.

Il candidato democratico ha operato il sorpasso in Michigan e Wisconsin e, se dovesse confermare (come sembra il caso) anche le previsioni in Nevada e Arizona arriverebbe proprio a 270. Potrebbe permettersi di perdere la Pennsylvania, la Georgia (dove appare comunque in rimonta) e il North Carolina, gli altri Stati in bilico.

Un dato è certo: Joe Biden batte Barack Obama. L'ex presidente nel 2008 ha conquistato 69.498.516 voti, affermandosi come il candidato che ne ha raccolti di più nella storia delle presidenziali americane.

Mentre lo scrutinio è ancora in corso, Biden ha già raccolto 69.589.840 voti, superando il suo ex capo. Biden è attualmente in testa su Donald Trump per il voto popolare, con il presidente che finora ha incassato 66.706.923 voti. 

La differenza tra i due candidati sta tutta nel voto della California dove il democratico Biden ha ottenuto quasi 4 milioni di voto in più del suo rivale repubblicano Trump.

Trump non ci sta

Il manager della campagna di Donald Trump si dice anch'egli molto fiducioso sull'esito del risultato elettorale: il presidente è in una “posizione molto, molto, molto buona” questa mattina. Trump - spiega Bill Stepien, manager appunto della campagna - appare ben posizionato in Georgia, dove “abbiamo fiducia nei numeri”. Più complicato invece il Wisconsin.

Così lo staff della campagna presidenziale di Donald Trump ha annunciato che chiederà un immediato riconteggio dei voti nello Stato del Midwest, dove l’attuale inquilino della Casa Bianca, dopo essere stato in testa, è stato superato da Joe Biden. A spoglio quasi terminato, il candidato democratico ha un margine di circa 20’000 voti, pari a sei decimi di punto. La legge permette la richiesta se il margine è al di sotto dell’1%.

Ecco altri dettagli dal telegiornale per quanto riguarda i dati degli Stati ancora in bilico:




tvsvizzera.it/fra con RSI


Desiderate ricevere ogni settimana una selezione di nostri articoli? Abbonatevi alla newsletter gratuita.



Parole chiave