Navigation

Una nuova bolla minaccia le borse e le economie mondiali

New York Stock Exchange

Una nuova minaccia sembra aleggiare sui mercati finanziari e rischia di mettere in ginocchio moltitudini di risparmiatori in tutto il mondo, già messi sotto pressione dalla pandemia.

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 gennaio 2021 - 22:28
tvsvizzera/ats/spal con RSI (TG del 29.1.2021)

Wall Street ha infatti chiuso la sua peggiore settimana da tre mesi a causa della bolla speculativa che sta concentrandosi sul titolo di Gamestop, una società di videogiochi texana.

In due settimane, dal 12 al 27 gennaio, la sua quotazione è balzata da 19.95 a 347.51 dollari, evoluzione che non trova nessun riscontro, sostengono gli analisti, nei fondamentali dell'azienda (nel 2020 la società, in crisi da tempo, ha registrato un calo delle vendite del 22% e una perdita di 471 milioni).

Nello stesso tempo l'andamento folgorante di questo titolo ha fatto dilapidare decine di miliardi a due grandi fondi, messi in difficoltà dalle vendite allo scoperto che speculavano su probabili ribassi del titolo in questione.

Dietro a questo risultato si staglia uno scontro, alimentato dai social e dalle nuove piattaforme di intermediazione online, tra investitori individuali e grandi gruppi finanziari (banche ed hedge fund), ritenuti responsabili di crisi come quella del 2008.

A influire sull'attuale andamento borsistico a New York sono le piattaforme a zero commissioni per il grande pubblico come Robinhood che stanno raccogliendo i risparmi dei piccoli investitori, che non si fidano più dei broker tradizionali e si scambiano sui forum dei social valutazioni, e orientano il mercato, come sta facendo WallStreetBets.

Le autorità per il momento stanno esaminando la situazione ma tra gli esperti si segnala che probabilmente le regole vigenti sono inadeguate per regolare questi fenomeni. Si teme che da un momento all'altro possa diffondersi il panico tra gli investitori e si assista a vendite a catena che rischierebbero di rovinare migliaia di persone e deprimere ulteriormente le economie, già debilitate dalla pandemia. Che sia in arrivo la tempesta perfetta?

Contenuto esterno

tvsvizzera/ats/spal con RSI (TG del 29.1.2021)

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.