Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Ecco chi è Sergio Mattarella

Professore di diritto, parlamentare per sette legislature, più volte ministro infine giudice costituzionale. Ora 12esimo presidente della Repubblica e il primo proveniente dalla Sicilia

Ecco in poche righe un ritratto - asciutto - del neo eletto presidente della Repubblica italiana.

Sergio Mattarella è nato a Palermo il 23 luglio 1941. Laureato in Giurisprudenza nel 1964 all'Università "La Sapienza" di Roma con il massimo dei voti e la lode, è stato iscritto nell'albo degli avvocati del Foro di Palermo dal 1967. Ha insegnato diritto parlamentare presso la Facoltà di giurisprudenza dell'Università di Palermo fino al 1983, anno in cui è stato collocato in aspettativa perché entrato a far parte della Camera dei Deputati.

Professore di diritto

La sua attività scientifica e le sue pubblicazioni hanno riguardato prevalentemente argomenti di diritto costituzionale. Altre pubblicazioni hanno riguardato temi legati alla sua attività parlamentare e di governo. Ha svolto relazioni e interventi in convegni di studi giuridici e tenuto lezioni in corsi di master e di specializzazione in varie Università.

Carriera politica

Benché i nomi delle formazioni politiche delle quali ha fatto parte siano cambiati nel corso del tempo, il suo percorso politico lo ha visto sempre all'interno di un filone di impegno cattolico riformatore e distante da ogni estremismo. È stato eletto deputato per la Democrazia Cristiana la prima volta nel 1983 nella circoscrizione della Sicilia occidentale. È stato rieletto, sempre nella stessa circoscrizione, nelle elezioni del 1987 (DC), del 1992 (DC), del 1994 (Partito Popolare Italiano) e del 1996 (Popolari Democratici - L'Ulivo).

Nelle elezioni del 2001 (La Margherita) è stato eletto nella circoscrizione del Trentino Alto-Adige. Nelle elezioni del 2006 (L'Ulivo) è stato rieletto nella circoscrizione della Sicilia occidentale. Durante queste sette legislature ha fatto parte della Commissione Affari costituzionali, della Commissioni Affari esteri e del Comitato per la Legislazione, di cui è stato anche Presidente.

Incarichi governativi

Dal luglio del 1987 al luglio del 1989 è stato Ministro dei Rapporti con il Parlamento. Risalgono a quel periodo la riforma dell'ordinamento della Presidenza del Consiglio e l'abolizione della ordinarietà del voto segreto in Parlamento. Dal luglio del 1989 al luglio del 1990 è stato Ministro della Pubblica Istruzione, fino a quando si è dimesso per dissenso su una scelta del governo. Sono di quel periodo la Conferenza nazionale della scuola (gennaio '90) e la riforma degli ordinamenti della scuola elementare che, tra le innovazioni, introdusse il modulo dei tre maestri su due classi.

Dall'ottobre 1998 è stato Vice Presidente del Consiglio dei Ministri. Dal dicembre 1999 è stato Ministro della Difesa fino alle elezioni del giugno del 2001. Sono di quel periodo la legge che ha abolito la leva militare obbligatoria e quella che ha reso l'Arma dei Carabinieri forza armata autonoma, nonché l'avvio della costituzione del primo corpo d'armata europeo.

Il 5 ottobre 2011 è stato eletto Giudice Costituzionale dal Parlamento ed è entrato a far parte della Corte Costituzionale con il giuramento dell'11 ottobre 2011.

Sabato 31 gennaio 2015 è stato eletto presidente della Repubblica. Il giuramento è previsto martedì 3 febbraio alle 10.

ANSA/red

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

Neuer Inhalt

Facebook Like-Box

×