Navigation

Ebola, già 887 morti in Africa Occidentale

Due cittadini statunitensi sottoposti a un trattamento sperimentale

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 agosto 2014 - 16:52

Cresce l'allarme per la diffusione dell'Ebola nell'Africa occidentale: i morti sono 887 morti mentre le infezioni accertate sono salite a oltre 1'600. E il virus diffusosi dalla Sierra Leone e Liberia si sta estendendo. È di martedì la notizia di 8 casi sospetti in Nigeria. In Svizzera per l'Ufficio federale di sanità pubblica non c'è alcun rischio, mentre a New York una persona è stata ricoverata in ospedale. Intanto due cittadini statunitensi residenti in Liberia, una missionaria e un medico, sono stati sottoposti a un trattamento sperimentale fatto giungere in aereo dall'America e ora sono stati fatti rimpatriare. Secondo notizie non ufficiali le loro condizioni sarebbero in via di miglioramento. In Liberia il governo ha imposto la cremazione di tutti gli infettati deceduti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.