Navigation

Duemila migranti in 48 ore

ansa

Soccorsi dai militari italiani dell'operazione Mare Nostrum, al largo della Sicilia

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 agosto 2014 - 14:05

Non accenna a fermarsi il flusso di migranti diretto verso le coste meridionali italiane. La Marina Militare, impegnata nell'operazione Mare Nostrum, nell'ultimo fine settimana ha soccorso 2'053 persone. La nave anfibia San Giusto, da sola, ne ha sbarcate 1'689 a Reggio Calabria. A bordo anche un centinaio di bambini.

L'aumento degli arrivi in Italia preoccupa anche paesi come la Francia. La settimana scorsa Le Figaro ha pubblicato un rapporto confidenziale della polizia di frontiera secondo il quale "la pressione migratoria al confine con l'Italia si è accentuata a partire da inizio aprile 2014, con picchi di 1'845 persone a maggio (+165% rispetto al mese prima) e 2'628 a giugno (ancora +43%). La causa, secondo la prefettura di Nizza, è l'aumento di sbarchi di migranti nel sud dell'Italia, che riguarda soprattutto eritrei e siriani".

M.Ang./ATS

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.