Navigation

Dimezzare l'insegnamento dell'italiano per risparmiare

Dopo Obvaldo e San Gallo, anche nel Canton Argovia l'italiano é messo alle strette

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 marzo 2014 - 21:02

Un altro duro colpo per l'italiano su suolo elvetico, precisamente nel Canton Argovia. Per ridurre le spese, il Consiglio di Stato argoviese ha infatti previsto di dimezzare gli anni di insegnamento della lingua di Dante nelle scuole medie cantonali. Una proposta che si va ad affiancare alle scelte di altri cantoni di lingua tedesca che, sempre più, preferiscono l'insegnamento della lingua inglese a discapito dell'italiano.

Un italiano che, però, non è solo ed indifeso in questa battaglia di sopravvivenza. L'Associazione degli insegnanti di italiano, sostenuta dai Governi grigionese e ticinese, ha dato vita alla petizione "Avanti con l'italiano nel Canton Argovia!" per cercare di contrastare il progetto del Consiglio di Stato argoviese, riuscendo a presentare 8'035 firme a sostegno della causa nella giornata di martedì.

[Servizio di Alessio Veronelli]

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.