Navigation

Dacca, uccisi almeno 20 ostaggi

“Sono entrati sparando in aria. Gridavano Allah Akbar", dicono gli ostaggi

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 luglio 2016 - 14:45

Si è conclusa nel sangue e con un blitz dell'esercito la presa d'ostaggi in un ristorante di Dacca. Venerdì sera, nel quartiere diplomatico della capitale del Bangladesh, un commando jihadista ha preso d'assalto il locale, trattenuto e poi ucciso almeno 20 ostaggi stranieri.

Le vittime sarebbero principalmente di nazionalità italiana e giapponese. Per il momento non ci sono indicazioni della presenza di cittadini svizzeri, ha fatto sapere il Dipartimento federale degli affari esteri.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.