Navigation

Da gennaio 180'000 migranti via Mediterraneo

Quasi 800 persone hanno perso la vita in mare keystone

Sono giunti via mare principalmente in Grecia, seguita da Italia, Cipro e Spagna - 737 morti registrati

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 aprile 2016 - 14:48

Sono poco meno di 180'000 i profughi giunti in Europa via mare dall'inizio del 2016, secondo le ultime stime dell'Organizzazione internazionale per le migrazioni (OIM) rese note martedì a Ginevra.

Gli arrivi – 178'882 persone, per la precisione – hanno principalmente interessato la Grecia (circa 153'000), seguita da Italia (quasi 25'000), Cipro e Spagna.

Sono invece 737 i decessi finora registrati, ma questa cifra non include i dati di questi ultimi giorni, e quindi potrebbe quindi essere anche più elevata.

No di Berlino agli eurobond

Intanto il Governo tedesco si è detto contrario alla proposta italiana di ricorrere agli eurobond per fronteggiare la crisi: Berlino non vede alcuna base per un finanziamento comune delle spese degli Stati membri legate alla migrazione.

ansa/RSInewsLink esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.