Da Fucking a Fugging Il villaggio austriaco cambia nome

Il cartello stradale all uscita del villaggio di Fucking.

Da quando l'inglese è diventata una lingua planetaria, gli abitanti del villaggio austriaco hanno iniziato a subire "molestie".

tvsvizzera.it

Stanchi dei continui scherzi e sberleffi, gli abitanti di Fucking del comune austriaco di Tarsdorf hanno deciso di ribattezzare il loro villaggio con un nome simile ma meno ingombrante: Fugging.

Per anni, hanno visto bus zeppi di turisti arrivare nel loro villaggio dell'Alta Austria con il solo intento di scattarsi selfie, talvolta in posizioni scabrose, davanti ai cartelli stradali con il nome del loro paese. Cartelli che sono stati cementati perché regolarmente rubati, magari proprio da coloro che attraversavano il villaggio col dito medio alzato, manco fosse il saluto ufficiale.

La notorietà del villaggio naturalmente è dovuta al nome stesso (toponimo) del paesino di 100 abitanti sul confine tedesco che non è altro che il gerundio del verbo inglese "to fuck", spesso utilizzato anche come attributo dispregiativo e volgare.

Tutto questo però finirà. Dopo anni di dibattiti (bocciato un referendum nel 2004), il Consiglio comunale di Tarsdorf ha infatti approvato una mozione degli abitanti della frazione di Fucking, che dal prossimo primo gennaio si chiamerà Fugging, un nome che dovrebbe garantire un po’ di anonimato e pace a tutti.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato il video di un noto youtuber danese. "Si è infiltrato nella scuola, - racconta la sindaca Andrea Holzner – ha intervistato alcuni bambini e molti altri abitanti e poi ha ampiamente diffuso online il suo film – che ha uno sfondo sessuale – senza che i protagonisti lo abbiano autorizzato. Ha decisamente oltrepassato il limite".

tvsvizzera.it/fra con RSI


Desiderate ricevere ogni settimana una selezione di nostri articoli? Abbonatevi alla newsletter gratuita.



Parole chiave