Navigation

Cuba si interroga sul dopo Castro

Le ceneri del Lider Maximo giunte a Santiago de Cuba. Reportage nell'isola caraibica con le testimonianze di un blogger dissidente e di un ex redattore del Granma

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 dicembre 2016 - 20:58

Le ceneri di Fidel Castro sono giunte a Santiago de Cuba dove sabato l'urna verrà interrata nel cimitero di Santa Ifigenia, al fianco dell'eroe cubano Jose Martì e ad altri protagonisti della Revolucion. Nella città orientale, dove nel 1953 Fidel Castro diede avvio alla sua carriera insurrezionale con l'assalto disastroso alla caserma Moncada, l'urna trasportata dal corteo funebre è giunta dopo un percorso attraverso l'isola di 900 chilometri.

La scomparsa del Lider Maximo ha riproposto il dibattito sul futuro dell'isola, divisa tra coloro che desiderano difendere le conquiste della Revolucion e chi invece vorrebbe maggiori aperture al mondo esterno e una svolta economica.

Nel reportage del TG all'Avana le testimonianze del blogger dissidente Eliecer Avila Cicilia e di Emrah Kaynak, ristoratore e articolista dell'organo del Partito comunista cubano Granma.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.