Navigation

New York, il 2017 è stato l'anno con meno omicidi

Un tempo soprannominata la «capitale dell’omicidio» degli Stati Uniti, il livello di criminalità a New York non è mai stato così basso da oltre 50 anni.

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 dicembre 2017 - 14:56
tvsvizzera.it/Zz con RSI (TG del 28.12.2017)
Contenuto esterno


Dall’inizio dell’anno nella città di 8,5 milioni di abitanti sono stati commessi 286 omicidi. Non sono mai stati così pochi da quando si è cominciato a compilare delle statistiche accurate sulla criminalità, nel 1963. Fino ad oggi, l’anno con meno omicidi è stato il 2014, con 333. I picchi di oltre 2'000 uccisi registrati negli anni ’90 sembrano ormai lontani.

È da diversi anni che il tasso di criminalità è in calo nella Grande Mela, ma il 2017 ha registrato riduzioni significative anche nelle zone più “calde” di Brooklyn, un tempo considerate tra le aree più violente di tutto il paese.

Le statistiche di New York sono in contrasto con l’immagine dipinta durante la campagna elettorale dall’attuale presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

Tuttavia, il miglioramento della situazione a New York non si riflette in altre città. A Baltimora il 2017 è stato il più sanguinolento di sempre, con 275 omicidi, mentre Chicago lo scorso novembre è stata superata quota 600.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.