Navigation

Cosa faceva Osama Bin Laden nel suo rifugio

Saggi sull'Islam e grandi autori americani le letture preferite

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 maggio 2015 - 13:50

Washington ha reso pubbliche centinaia di documenti ritrovati in quello che è stato il rifugio del leader di Al Qaida Bin Laden in Pakistan.

Da quanto emerso in queste ore, sembra che il tempo lo trascorresse tra letture di saggi sull'Islam radicale ma dedicava tempo anche ad autori statunitensi del calibro di Noam Chomsky. Oltre alla lettura, anche la scrittura di lettere ai suoi numerosi figli era un'attivita che impegnava il leader di Al Qaida.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.