Coronavirus Trump prolunga di un mese le misure di contenimento

Gli Stati Uniti non ripartono per Pasqua. Il presidente Donald Trump ha annunciato che le attuali linee guida per il contenimento del virus resteranno in vigore fino al 30 aprile, un mese in più del previsto. E questo perché il picco dei decessi negli Stati Uniti si avrà in "due settimane" quindi proprio a Pasqua.

Trump insieme a Fauci davanti alla Casa Bianca.

Secondo Antony Fauci (destra), il maggiore esperto americano di malattie infettive, la decisione di Trump (sinistra) "è una mossa saggia e prudente".

Copyright 2020 The Associated Press. All Rights Reserved.

"Allunghiamo le linee guida fino al 30 aprile per rallentare la diffusione. Non c'è nulla di peggio che dichiarare vittoria prima di aver vinto", spiega Trump descrivendo il virus come una "piaga" e assicurando che gli Stati Uniti vinceranno la guerra. "Lo sconfiggeremo. Quello che voglio è riavere indietro la vita di prima negli Stati Uniti e nel mondo", osserva il presidene precisando comunque che le misure prese sono necessarie. 

"Se non le avessimo adottate a rischio c'era la vita di 2,2 milioni di persone. Speriamo ora che il numero sia quello di cui si parla" mette in evidenza. "Se potessimo limitarlo diciamo a 100'000, che comunque è un numero orribile", si potrebbe dire che si è fatto un "buon lavoro", aggiunge Trump.

Plaude alla decisione di Trump di estendere le linee guida sul distanziamento sociale Anthony Fauci, il maggiore esperto americano di malattie infettive. "È una mossa saggia e prudente", spiega il 'virologo in chief' ribadendo che il coronavirus potrebbe causare negli Stati Uniti fra i 100'000 e i 200'000 morti. "Noi stiamo lavorando affinché questo non accada", aggiunge Fauci.

Trump chiude guardando avanti, con un messaggio di speranza. "Per l'1 giugno saremo sulla strada della ripresa". E, comunque, "sono pronto a fare tutto il necessario per salvare vite umane e l'economia".



I numeri americani

Il numero di casi di coronavirus negli Stati Uniti è salito a 153'246. I morti sono 2'828. È quanto emerge dai dati della John Hopkins UniversityLink esterno di Baltimora.

New York, lo stato più colpito

I decessi provocati dal coronavirus nello Stato di New York hanno superato domenica, in meno di un mese, quota 1000 (il bilancio aggiornato in questo Stato è di almeno 1'026). Domenica sera il governatore dello Stato, Andrew Cuomo, aveva annunciato che le persone contagiate sono 59'513, di cui 8503 in ospedale e 2037 in terapia intensiva.

Fine della finestrella

Parole chiave