Navigation

Corea del Sud, cacciato il presidente

Il Parlamento di Seul ha votato la destituzione di Park Geun-Hye, al centro di uno scandalo di corruzione

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 dicembre 2016 - 12:46

Il Parlamento sudcoreano ha adottato venerdì una mozione per la destituzione della presidente Park Geun-Hye, al centro di un vasto scandalo di corruzione, che si vedrebbe così privata dei poteri esecutivi. Perché la decisione diventi effettiva è però ancora necessaria la conferma della Corte costituzionale. Nel frattempo, il potere passerà nelle mani del premier Hwang Kyo-Ahn.

La mozione è stata approvata a larga maggioranza, con il sostegno di 234 deputati, mentre 56 si sono schierati dalla parte della presidente.

Da oltre un mese Geun-Hye è aspramente contestata , con vaste proteste per i suoi legami con la consigliera Choi Soon-sil, sospettata di fare affari speculando sulla sua posizione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.