Navigation

Convention dem, Sanders fa appello all'unità

Chiusa la protesta per i favoritismi dei vertici del partito, il senatore del Vermont ha esortato i suoi sostenitori a votare Hillary Clinton

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 luglio 2016 - 14:07

Negli Stati Uniti, lunedì sera alla Convention democratica un commosso Bernie Sanders ha esortato i suoi sostenitori a votare Hillary Clinton, sua rivale durante le scorse primarie.

In una serata contraddistinta anche dal toccante discorso di Michelle Obama, il senatore del Vermont ha lanciato un appello all'unità del partito democratico contro Donald Trump.

Mai era accaduto che un perdente fosse accolto con una simile ovazione [cfr. video]. Per quattro, lunghissimi minuti, Sanders prova a prendere la parola. Ma gli applausi non si fermano.

Al capolinea di una campagna strabiliante, per Bernie Sanders è giunto il momento più difficile. Dire ai suoi sostenitori: pur di fermare Donald Trump, votate Hillary Clinton.

"Hillary Clinton sarà una presidente incredibile", ha detto l'ex candidato. "E io sono fiero di essere al suo fianco".

Nell'arena di Filadelfia, scorrono lacrime. Molti non vogliono rassegnarsi. Non riescono a credere che il sogno di Bernie presidente sia finito.

"In tutta coscienza", spiega una sostenitrice, "non posso votare per Hillary Clinton. Appartiene al passato. Per me è una repubblicana".

Lui, Bernie, tra ovazioni da stadio e qualche fischio prova a convincere i suoi sostenitori. La rivoluzione non è finita, assicura. L'agenda progressista va avanti. Con Hillary.

"Nessuno è più deluso di me per come sono andate le cose. Ma insieme abbiamo raggiunto un traguardo storico, e dobbiamo tutti esserne orgogliosi"

Ma quella di Filadelfia è anche la notte di Michelle Obama. Il suo è un discorso che tocca le corde di tutti i presenti. L'elogio di un'America in cui i sogni possono ancora diventare realtà.

"Sono fiera di Hillary Clinton", dice la first lady, "perché grazie a lei, in futuro le mie figlie e tutti i nostri figli troveranno normale l'idea che una donna può diventare presidente degli Stati Uniti".

Il Partito democratico dimentica le divisioni e cerca di proiettare, almeno per una sera, un'immagine di unità.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.