Navigation

Continua per altri due giorni la visita alla centrale di Zaporizhzhia

Contenuto esterno

Dopo la visita di ieri, un team di esperti dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea) resterà nella centrale nucleare di Zaporizhzhia fino al 4 o 5 settembre per valutare la situazione. Lo ha annunciato il direttore generale dell'Agenzia Onu, Rafael Grossi. Grossi ha ribadito che l'integrità dell'impianto "è stata violata più volte" ma non può ancora valutare "se accidentalmente o deliberatamente".

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 settembre 2022 - 13:54
tsvizzera.it/fra con Keystone-ATS

Intanto, Vladimir Rogov, membro del consiglio militare-civile della città di Energodar, una cinquantina di chilometri in linea d'aria da Zaporizhzhia, dove sorge l'impianto, ha dichiarato che gli inviati dell'Aiea "hanno avuto accesso dovunque abbiano voluto" durante la visita di ieri alla centrale di Zaporizhzhia e ora le autorità filorusse locali si aspettano un rapporto imparziale. 

I russi accusano gli ucraini di bombardare da settimane l'area della centrale, mentre gli ucraini incolpano le forze di Mosca. Rogov ha detto che agli ispettori sono stati mostrati anche i danni al tetto dell'edificio 1 della centrale, che ha affermato essere stati provocati da un bombardamento in cui le forze di Kiev hanno impiegato armi fornite da Paesi Nato.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?