Congresso ad Amburgo Kramp-Karrenbauer nuova presidente Cdu

Palco con scritte CDU sul fondo; sulla sx Kramp Karrenbauer alza la mano in segno di saluto; sulla dx Merkel applaude e sorride

La neoeletta applaudita dalla presidente uscente, di fronte ai 1001 delegati della Cdu.

Keystone

La nuova presidente dell'Unione cristiano-democratica di Germania (Cdu) è Annegret Kramp-Karrenbauer. Eletta venerdì, succederà ad Angela Merkel, alla guida del partito negli ultimi 18 anni.

Della presidente uscente, Kramp-Karrenbauer è considerata la delfina. È stata eletta dai 1001 delegati riuniti in congresso ad Amburgo, con 517 voti (51,75%). L'avversario al ballottaggio Friedrich Merz ne ha ottenuti 482.

Nel ringraziare per la fiducia, l'eletta ha offerto ai suoi avversari nella corsa alla guida della Cdu di collaborare con lei.

Lo sconfitto Merz ha peraltro invitato "tutte le persone che mi hanno sostenuto" a "sostenere con tutte le forze la nuova presidente" e si è detto "a disposizione per fornire il sostegno che può servire nel partito". Questa elezione è stata "un modello di democrazia", ha concluso.

"Interpretare il presente"

Annegret Kramp-Karrenbauer ha 56 anni ed è segretaria generale del partito dal febbraio 2018. È conosciuta con l'acronimo del suo nome, AKK.

Rispetto ad Angela Merkel, che l'ha sostenuta, assume sul pulpito un tono più deciso, graffiante. Come in questo passaggio del suo discorso, dove spiega che la Cdu deve ripartire dal dibattito interno ed esterno e dalla capacità di interpretare il contesto del momento.

Applausi per Merkel, che lascerà la politica a fine legislatura, nel 2021: "Oggi, a quest'ora, in questo momento, sono catturato da un sentimento profondo, il sentimento di gratitudine. È stato un grande piacere per me. È stato un onore, grazie." 

Riuscirà, la nuova leader a risollevare il destino di un partito che attualmente è in difficoltà? Nel video, l'analisi del corrispondente della RSI a Berlino, Walter Rahue.


Parole chiave