Navigation

Attacco suicida a Kabul, 41 morti


Questo contenuto è stato pubblicato il 28 dicembre 2017 - 14:30
tvsvizzera.it/ri con RSI (TG del 28.12.2017)
L'interno dei locali del centro culturale di Kabul dopo l'attacco kamikaze di giovedì. Keystone

Almeno 41 persone sono morte e oltre 80 sono rimaste ferite giovedì a Kabul, Afghanistan, in un attacco kamikaze al Tebyan media center.

All'interno del centro, un'organizzazione culturale gestita da un religioso sciita, si trovano anche gli uffici dell'agenzia di stampa "Voce Afghana", conosciuta come AVA. Il direttore ha reso noto che al momento dell'attentato era in corso una riunione di studenti.

Le vittime sono quasi tutte civili: 35 uomini, 4 donne e 2 bambini. Tra i feriti si contano sei donne.

Diverse esplosioni

Dopo l'attacco suicida, vi sono state nei locali altre due esplosioni, ha precisato il vice-portavoce del Ministero dell'Interno.

Contenuto esterno


La tv Tolo di Kabul sostiene che "si è trattato dell'azione di almeno due kamikaze", che si sono fatti esplodere dopo aver sparato e lanciato bombe a mano.

Ipotesi ISIS

I talebani dell'Emirato islamico dell'Afghanistan, su Twitter, hanno immediatamente preso le distanze dall'attacco, fatto che apre l'ipotesi di una responsabilità dell'Isis, tenendo anche conto che i responsabili del media center e dell'agenzia di stampa AVA sono sciiti.

Il presidente afghano Shraf Ghani ha definito l'accaduto "un crimine contro l'umanità".

Con l'attacco odierno e con quelli contro moschee e centri culturali", ha detto, "i terroristi commettono atti che sono contro tutti i principi islamici ed umanitari".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.