Navigation

Colorado, assalto a clinica per aborti: 3 morti e 9 feriti

Secondo fonti locali, l'aggressore era un militante della destra integralista

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 novembre 2015 - 15:22

Ennesimo assalto ad un consultorio per la pianificazione familiare negli Stati Uniti dove un 59enne armato, dopo aver fatto irruzione nella struttura medica di Colorado Springs, ha ucciso tre persone e ne ha ferite altre nove. Robert Lewis Dear, probabilmente un militante della destra integralista (scrivono alcuni quotidiani), è stato catturato vivo dalle forze dell'ordine dopo cinque ore di assedio.

Il luogo della strage è una sede del programma "Planned Parenthood", spesso bersaglio delle critiche del movimento "pro vita", in quanto prevede anche la pratica dell'aborto e regolarmente al centro di accesi scontri tra esponenti politici, tra chi difende la validità del programma e chi lo addita come illegittimo, tra questi ultimi principalmente conservatori repubblicani.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.