Navigation

Cernobyl, "malformazioni e tumori ai bambini"

La denuncia di un medico bielorusso, osteggiato dalle autorità di Minsk, a 30 anni dall'incidente nucleare

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 aprile 2016 - 21:12

In Ucraina e Bielorussia, a 30 anni dal disastro nucleare di Cernobyl, molti bambini continuano ad avere malformazioni, cancro alla tiroide e patologie cardiache. È quanto denuncia Yuri Bandazhevsky, un medico perseguitato dal regime di Minsk per i suoi studi sui reali effetti dell'incidente alla centrale atomica sottaciuti dalle autorità.

Con la sua equipe all'ospedale ucraino di Ivankiv a una cinquantina di chilometri dal reattore, dove il medico bielorusso opera dopo essere stato incarcerato per sei anni nel suo paese, ha riscontrato un aumento di patologie varie, così come i decessi per cancro tra gli appartenenti alla generazione dei quarantenni. Un fenomeno da ricondurre, secondo Yuri Bandazhevsky, alla contaminazione di frutta, verdura e animali nella regione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.