Navigation

C'è del marcio nella FIFA, da anni

E dopo la Svizzera anche l'FBI vuol fare chiarezza sull'attribuzione dei due prossimi tornei mondiali, Russia 2018 e Qatar 2022. Ma tangenti sarebbero state pagate anche per Francia 1998

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 giugno 2015 - 20:14

Continuano le rivelazioni su casi di corruzione (veri o presunti) all'interno della federazione calcistica mondiale. Uno dei personaggi chiave della vicenda, l'ex vicepresidente Jack Warner ha negato di aver incassato tangenti legate all'assegnazione dei mondiali del 2010 al Sudafrica, promettendo che racconterà quel che sa.

Ma un altro ex dirigente della FIFA, l'americano Chuck Taylor, ha rivelato agli inquirenti dell'FBI che il giro di tangenti c'è stato e che mazzette sono state pagate anche per l'assegnazione dei mondiali del 98 alla Francia.

E dopo la Svizzera anche l'FBI vuol fare chiarezza sull'attribuzione dei due prossimi tornei mondiali, Russia 2018 e Qatar 2022 (dove gli stessi Stati Uniti, candidati, furono sconfitti all'ultimo scrutinio dal Qatar). Ma tangenti sarebbero state pagate anche per Francia 1998.

L'indagine americana però sembra non arrivare fino al 1994, anno dei mondiali statunitensi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.