Navigation

Bruxelles, confermato lo stato di massima allerta

Domani rimarranno chiusi metro, scuole, centri commerciali e altri ritrovi; le forze dell'ordine sulle tracce di una decina di uomini pronti a colpire

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 novembre 2015 - 20:17

Il governo belga ha deciso di mantenere in vigore lo stato di massima allerta nella città di Bruxelles, dove resta alta la paura di attacchi terroristici. Lo ha comunicato domenica in serata il primo ministro Charles Michel, che ha di nuovo evocato il rischio di attentati simili a quelli di Parigi.

L'allerta è di grado 4 su 4. La metropolitana resta chiusa. Domani, le scuole non apriranno, così come gli asili nido, le università, i centri commerciali e altri luoghi di ritrovo. Il fronte di crisi valuterà nuovamente la situazione lunedì pomeriggio.

Intanto proseguono le indagini delle forze dell'ordine, che sono sulle tracce di una decina di uomini pronti a colpire. Non è quindi l'unico ricercato Salah Abdeslam, l'ottavo killer del commando delle stragi di Parigi, che si aggirerebbe per la capitale belga. Lo ha confermato sabato in diretta tv Jan Jambon, il ministro dell'interno: "abbiamo messo in campo una simile concentrazione di risorse poiché cerchiamo diversi sospetti".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.