Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Brexit, sondaggi: avanzano i contrari a uscita dall'Ue

Non sarebbe dovuto all'emozione suscitata dall'omicidio della deputata Jo Cox, bensì alla paura di ripercussioni economiche

Giovedì prossimo si vota nel Regno Unito, dove gli elettori decideranno se il loro Paese debba restare nell'Unione Europea o meno. Sui domenicali sono usciti i primi sondaggi post omicidio Cox, la deputata laburista uccisa giovedì scorso, e il fronte dei contrari alla Brexit sembra riguadagnare un po' di terreno.

Dopo tre giorni di sospensione, la campagna elettorale sulla Brexit è ripresa. I sondaggi invece non si sono mai fermati: gli ultimi dati, pubblicati oggi dai domenicali, sono infatti stati raccolti anche durante lo stop, decretato per l'uccisione della deputata laburista Jo Cox.

Cifre che mostrano che i favorevoli a restare nell'Unione Europea stanno riguadagnando terreno fino a portare i due campi in parità, come attesta il sondaggio pubblicato dall'Observer. Quello che figura sul Sunday Times accorda invece un leggero vantaggio ai favorevoli a restare nell'Unione Europea.

Dati che non sarebbero dovuti all'emozione suscitata dall'omicidio della Cox, contraria alla Brexit, bensì alle preoccupazioni riguardo alle possibili ripercussioni economiche causate dall'uscita dall'Unione Europea. Sono sempre di più anche le aziende, da BP a Rolls Royce, che hanno chiesto ai dipendenti di votare per restare con Bruxelles.

Una leva, quella dell'economia, spesso usata anche dal premier David Cameron, favorevole alla permanenza del Regno Unito nell'Unione Europea e ultimamente oggetto di critiche. Secondo Putin, il primo ministro britannico non avrebbe mai dovuto indire il referendum, mentre per l'ex premier italiano Mario Monti, Cameron ha distrutto il lavoro di una generazione di europei.

A tutti non resta ormai che attendere il voto e il risultato dal quale dipenderà il futuro del Regno Unito e dell'Unione Europea ma non quello di David Cameron, che ha dichiarato che resterà in carica a prescindere dal verdetto delle urne.

×