Navigation

Borse cinesi, un altro tonfo

Shanghai, nella peggior seduta degli ultimi 8 anni, ha perso l'8,48%, Shenzhen il 7%, Hong Kong il 3%; il crollo annulla il recupero delle ultime tre settimane

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 luglio 2015 - 21:22

Pechino ha messo in campo tutte le armi possibili per cercare di contenere il crollo dei suoi listini, ma per ora senza successo: la borsa di Shangai ha perso lunedì l'8,48%, nella peggior seduta degli ultimi 8 anni; quella di Shenzhen il 7%; Hong Kong il 3%. Un crollo che annulla il parziale recupero delle ultime tre settimane.

Suscitano ora dubbi e timori le misure anti-bolla di Pechino, prese oltretutto in un contesto di crescita economica debole che preoccupa gli investitori. Le statistiche cinesi parlano di un calo dei profitti industriali dello 0,3%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.