Navigation

Boeing 767 della Ethiopian dirottato a Ginevra

Arrestato il copilota che voleva l'asilo in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 febbraio 2014 - 18:30

Momenti di panico sul volo ET 702 da Addis Abeba a Roma della Ethiopian Airlines. Il Boeing 767 è stato dirottato dal copilota che è stato arrestato poco dopo essere atterrato a Ginevra. Il 31enne ha approfittato della momentanea assenza del suo collega per chiudersi all'interno della cabina e prendere i comandi dell'apparecchio mentre stava sorvolando il Sudan.

Il velivolo, che aveva 193 passeggeri (tra cui 139 italiani) e una decina di membri d'equipaggio, è stato scortato da caccia italiani e successivamente da aerei militari francesi che lo hanno scortato fino all'aeroporto romando di Cointrin. L'aviatore etiope, sentendosi a suoi dire minacciato nel suo paese, voleva chiedere asilo politico alle autorità elvetiche ma ora rischia 20 anni di carcere.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.