Navigation

Birmania, frana in miniera di giada, morti e dispersi

Si contano 5 vittime e mancano all'appello 50 persone; è accaduto nel nord del Paese; un mese fa un incidente simile aveva provocato 100 morti

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 dicembre 2015 - 15:08

Una nuova frana in una miniera di giada nel nord della Birmania ha provocato la morte di almeno 5 persone. I dispersi sono 50. Solo un mese fa, un incidente simile aveva fatto 100 vittime nella stessa regione, dalla quale proviene quasi tutta la giada immessa sul mercato mondiale.

La frana si è abbattuta sui lavoratori migranti che si accampano attorno alle miniere, alla ricerca di qualche frammento della preziosa pietra. Le informazioni provenienti dalla regione, remota, sono per il momento parziali e incomplete.

L'incidente è avvenuto nei dintorni della città di Hpakant, nel cuore dello Stato Kachin, martoriato da anni di guerra civile e dove le miniere di giada sono una delle poche fonti di sussistenza per una popolazione spesso ridotta alla miseria.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.