Navigation

Baghdad, strage nelle strade: 126 i morti

I feriti superano i 200

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 luglio 2016 - 20:15

126 persone sono state uccise e oltre 200 ferite dalle bombe esplose in una via commerciale di Baghdad nella notte tra sabato e domenica. L'attentato, rivendicato dall'autoproclamato Stato islamico (IS), ha preso di mira la strada frequentata da famiglie che stavano facendo compere dopo il calar del sole in vista della fine del mese di Ramadan e ha sventrato diversi edifici.
Una mina è pure scoppiata verso mezzanotte in un mercato del quartiere sciita di al Chaan, provocando la morte di due persone.

Si tratta del più sanguinoso attacco nella capitale dell'Iraq dall'inizio dell'anno e giugne a una settimana dalla conquista di Falluja da parte delle forze irachene dalle mani dei militanti dell'IS.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.