Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Austria spaccata in due

Il presidente verde van der Bellen ha superato il rivela ultranazionalista Norbert Hofer per poco più di 31mila voti: "io e Hofer siamo le due metà che assieme formano questo grande Paese"

In Austria vince la linea più moderata. Eletto presidente il verde Van der Bellen con il 50,3% dei consensi. Alla politica capire ora come ricucire il Paese.

Nella vittoria per la presidenza della repubblica austriaca Alexander van der Bellen ha staccato il candidato ultranazionalista Norbert Hofer di soli 31'026 voti. Il verde è stato eletto con 2'254'484 voti (50,35%), mentre il suo rivale ha ricevuto 2'223'458 voti (49,65%).

L'appuntamento alle urne ha visto un'affluenza record del 72,7%. Nel 2010, per le elezioni del presidente uscente Heinz Fischer, solo il 53,6% degli aventi diritto si recò alle urne.

"Ci aspetta molto lavoro"

«Dobbiamo imparare molto da questa tornata elettorale, ci spetta un grande lavoro. Molti non si sentono compresi e la politica deve ascoltare loro, anche quelli pieni di rabbia, e occuparsi dei problemi veri del Paese». Lo ha detto Alexander Van der Bellen. «Ovviamente - ha aggiunto - questo deve essere reciproco: se io ti ascolto, anche tu devi ascoltarmi».

«Si è parlato molto di polarizzazione, ma io e Hofer siamo semplicemente le due metà che assieme formano questo grande Paese. Nessuna di queste due metà è più oppure meno importante dell'altra».

×