Attentato rivendicato dai talebani Bomba nascosta in un'ambulanza, decine di morti a Kabul

Una bomba nascosta in un'ambulanza ha ucciso almeno 90 persone e ne ha ferite almeno 160 quando è esplosa a un posto di controllo della polizia a Kabul, vicino all'area dove si trovano le ambasciate straniere e i palazzi governativi.



I talebani hanno rivendicato la responsabilità dell'attentato, così come fatto una settimana fa dopo un attacco all'Hotel Intercontiental, sempre nella capitale afghana, dove sono morte 20 persone. 

La detonazione, che ha fatto tremare gli edifici per centinaia di metri, ha investito una strada affollata durante l'ora di pranzo sabato. "È stato un massacro", ha detto Dejan Panic, coordinatore in Afghanistan di Emergency, che gestisce un vicino ospedale. 

Si ritiene che l'obiettivo dei talebani fosse il vicino edificio che ospita il ministero dell'interno. L'attacco mette ancora più pressione sul presidente Ashraf Ahani e i suoi alleati statunitensi, che hanno recentemente aumentato la pressione contro i gruppi armati. 

Nonostante i bombardamenti statunitensi più frequenti, i talebani non sembrano essere indeboliti. I recenti attacchi hanno dimostrato come la loro capacità di organizzare attentati di alto profilo (anche nel super protetto centro di Kabul) non è diminuita. 

Parole chiave