Navigation

Ucciso il presunto killer della Rambla

La polizia spagnola ha ucciso lunedì il presunto autore dell’attacco sulla Rambla di Barcellona durante un’operazione svoltasi a Subirats (50 km a ovest del capoluogo catalano) quattro giorni dopo l’attentato.

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 agosto 2017 - 19:45
tvsvizzera.it/Zz con RSI (TG del 21.08.2017)
Contenuto esterno


Younes Abouyaaqoubè era ricercato da tutte le polizie d’Europa per aver seminato il terrore sul viale centrale delle Ramblas di Barcellona, che ha percorso a tutta velocità su un furgone, uccidendo 14 persone, 13 passanti e un automobilista al quale ha rubato la vettura durante la fuga.

Il killer, 22enne di origine marocchina, è stato individuato grazie alla segnalazione di una vicina di casa, secondo quanto riferisce la stampa locale. L'uomo, prima di essere abbattuto dalle forze dell’ordine, ha tentato di fuggire nei vigneti vicino al villaggio di Subirats, comune a una trentina di chilometri da Barcellona. Indossava una cintura esplosiva, poi rivelatasi falsa.

La polizia catalana sta verificando sia stato accompagnato nel corso della fuga da una o più persone. 

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.