Navigation

Assange sarà interrogato dai magistrati svedesi

Attesa per la decisione sulla revoca del mandato di cattura internazionale a carico del famoso hacker

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 settembre 2016 - 20:57

Il fondatore di Wikileaks Julian Assange sarà interrogato il prossimo 17 ottobre all'interno dell'ambasciata dell'Ecuador a Londra - dove è riparato per sfuggire alla giustizia svedese, britannica e statunitense - nell'ambito del procedimento che lo vede indagato per presunto stupro. Due donne sostengono infatti di aver subito violenze sessuali nel 2010 ma il famoso hacker ha sempre respinto ogni accusa.

In ogni caso già venerdì potrebbe cadere il mandato di cattura internazionale che pende sul suo capo da 5 anni, se la Corte d'appello di Stoccolma accoglierà il suo ricorso. Ma gli Stati Uniti intendono sempre processarlo per spionaggio, dopo la pubblicazione nel 2010 di migliaia di file riservati su Wikileaks. Mentre Assange ha promesso rivelazioni scottanti su Hillary Clinton nel bel mezzo della campagna presidenziale USA.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.