Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Artefice della riunificazione È morto l'ex cancelliere tedesco Helmut Kohl

Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Servizio del TG della RSI sulla morte di Helmut Kohl.

È morto a 87 anni, venerdì nella sua casa di Ludwigshafen, l’ex cancelliere tedesco Helmut Kohl. Esponente e leader dell’Unione cristiano-democratica di Germania (CDU), fu artefice della riunificazione tedesca del 1990.

Al vertice della Germania Ovest (poi di quella unificata) tra l’ottobre 1982 e il 1998, Helmut Kohl è stato il cancelliere più longevo del dopoguerra. Uscito di scena segnato da un pesante scandalo di tangenti, è stato leader della CDU per 25 anni (dal 1973 al 1998).

È considerato, insieme al presidente francese di allora François Mitterrand, l’architetto del Trattato di Maastricht, che nel 1992 istituì l’Unione europea.

Kohl, che era nato il 3 aprile del 1930, era costretto da anni su una sedia a rotelle, a causa di una caduta. A Ludwigshafen, viveva con la seconda moglie Maike Kohl-Richter, di 34 anni più giovane. La prima moglie Hannelore, che gli ha dato due figli, era morta nel 2001.

Nei libri di storia, il nome di Kohl è legato -oltre che alla riunificazione pacifica delle due Germanie- al superamento della Guerra Fredda, la nascita dell’euro, l’integrazione europea.

tvsvizzera.it/ri con RSI (TG del 16.06.2017)

×