Navigation

Argentina, condanne per il Piano Condor

Si è concluso a Buenos Aires il processo sui crimini dell’alleanza militare dei regimi sudamericani degli anni Settanta

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 maggio 2016 - 15:05

Con una sentenza considerata storica il Tribunale Federale numero 1 di Buenos Aires ha condannato a pene dagli 8 ai 25 anni di reclusione i responsabili ancora vivi del "Piano Condor", la strategia di collaborazione congiunta dei regimi militari sudamericani degli anni Settanta. Un patto di ferro tra i regimi di Argentina, Bolivia, Uruguay, Paraguay, Cile e Brasile che permetteva di catturare, torturare ed uccidere gli oppositori ai regimi che cercavano di scappare da un paese all'altro.

Il processo sul Piano Condor, come spiega l'avvocato querelante Luz Palmas Zardua del Cels, il Centro di Studi Legali di Buenos Aires, è iniziato nel 1999, ma è solo nel 2013, con l'annullamento della leggi d'amnistia in Argentina, che ha potuto prendere forma.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.